Spazio Field

Storia

Palazzo Brancaccio è l’ultima dimora nobiliare costruita a Roma nel 1872 all’interno delle antiche mura Aureliane.

La storia del Palazzo inzia con Mary Elizabeth Field, facoltosa dama dell’alta società di New York che ne finanziò la costruzione dopo il matrimonio della figlia, anche lei di nome Elizabeth con il Principe Salvatore Brancaccio.

In contrasto con l’austerità degli esterni, gli interni erano decorati con un estro lussuoso, stravagante e raffinatissimo, espressamente richiesti da Elizabeth, che attraverso il matrimonio diventava principessa di una delle casate più antiche d’Italia. Era normale per lei cercare di creare, nel nuovo palazzo di famiglia, l’atmosfera tipica della dimora aristocratica romana, in cui il richiamo al passato, con il gusto eclettico del tempo, fosse anche una legittimazione del nuovo status sociale raggiunto.

L’impresa venne affidata al pittore, Francesco Gai, che si dedicò alla realizzazione degli affreschi dei soffitti, delle pitture, delle soprapporte, dei disegni, di tutti i decori delle pareti, dagli stucchi agli intagli, fino alle tappezzerie e persino ad alcuni arredi.

Il palazzo diventa un luogo unico a Roma caratterizzato da un eclettismo architettonico, generato dal confronto fra il gusto dell’artista che prediligeva uno stile più aulico, un barocco romano con evidenti rimandi a Pietro da Cortona e Bernini, e quello dei committenti che richiedevano elementi più vicini al rococò francese; particolarmente evidente in ambienti come il boudoir della principessa, interamente ricoperto di specchi e dorature, o nel salone con le pareti ricoperte da preziosi pannelli di seta orientale.

Oggi Palazzo Brancaccio mantiene la sua straordinarietà diventando un luogo di incontro aperto al pubblico, destinato a mostre, eventi e cultura. I suoi saloni e il suo giardino possono essere visitati su prenotazione con guide dedicate e sono a disposizione per eventi privati che prevedono servizi professionali e di ristorazione di alto livello.

Spazio field è il nuovo polo espositivo di Palazzo Brancaccio per l’arte moderna e contemporanea: un’area dedicata alla produzione artistica che concede su richiesta le proprie sale per eventi esclusivi, rigenerando così la tradizione dei classici saloni d’incontri culturali, che hanno definito il raffinato stile di questa residenza storica.

Spazio Field | Palazzo Brancaccio